mercoledì 3 settembre 2008

Lo sciacquabicchieri #90

L'Osservatore Romano dice che "la morte cerebrale non è la fine della vita". Infatti conosco un sacco di gente con l'encefalogramma piatto!

(detta questa mattina da una nota conduttrice del dibattito di Omnibus)

2 commenti:

Jena ha detto...

Neanche…

Il Vaticano: «La morte cerebrale non basta per sancire la fine di una vita». Neanche per la sinistra?

La Stampa di oggi

Alessandro Giglioli ha detto...

Avere l’encefalogramma piatto non significa essere morti. Sono contento. Per il Pd, intendo.