giovedì 11 dicembre 2008

E' la burocrazia, schifezza!


Sono rimasta sconcertata quando ho scoperto, chiamando il comando della Polizia Municipale, che per avere risposta ad una mia richiesta inviata con raccomandata A/R devo recarmi agli uffici del VI Municipio in Via Torre Annunziata e compilare un modulo con il quale chiedo per iscritto di avere risposta alla stessa raccomandata. Ma vi rendete conto???
Quanto spreco di carta... e di tempo!
(perché mi stupisco ancora dell'aretratezza del nostro Paese?)

5 commenti:

nanni ha detto...

Ti stupisci Silvia? Io no. La settimana scorsa sono dovuto andare personalmente al PRA per avere una copia del certificato di proprietà della mia macchina. Al di là dell'assurdità di non poterlo avere diversamente, salvo regalare 100 euro ad un ufficio Aci, il dato inquietante consiste nel fatto che l'anzidetto certificato di proprietà - nella sostanza - altro non è se non un duplicato del libretto di circolazione. Quindi perfettamente inutile, ma da noi indispensabile.

01 ha detto...

E allora non vi dico quello che ci aspetta per avere un nuovo cristiano iscritto all'anagrafe. Nel mio caso sono passati già 22 giorni e il mitico ente ancora non ha recepito la comunicazione dell'ospedale, che mi consenta di richiedere un normalissimo estratto di nascita. Mentre per la cronaca il codice fiscale, con tutto il suo carico del terzo debito pubblico più alto del mondo mi è già arrivato!
Vi linko a seguire un bell'articolo uscito sabato sulle condi zioni dell'anagrafe romana, che fra l'altro adesso rischia pure di essere sommersa dalla piena del Tevere.

Flavia Amabile ha detto...

Anagrafe di Roma capitale dell'arretrato

La Stampa, sabato 8 dicembre, pag. 13

Riccardo ha detto...

E' una cosa indegna di un paese civile!

cissiboy ha detto...

Stato civile ? Mai stato !

Che stato..il mio Stato in questo stato !

:(