sabato 6 dicembre 2008

Forza Isola


Ho sempre sostenuto che se non guardi l'Isola dei Famosi non puoi capire questo Paese. Poi, per carità, puoi decidere consapevolmente di non volerlo capire e basta. Però è questa l'Italia in cui viviamo.
Oggi godo nel leggere il pezzo di Aldo Grasso intitolato Tutti all'Isola (anche Santoro), in cui il critico televisivo si chiede quali siano le differenze tra un reality di quel tipo e alcuni (molti) talk show con la puzza sotto il naso.
Il mezzo televisivo ha le sue regole, uguali per tutti (non prendiamoci in giro), e programmi come l'Isola non fanno altro che estremizzarle.

4 commenti:

cesarepascarella ha detto...

Vero, Se Luxuria funziona all'isola, funziona pure ad anno zero. La mia ragazza, che di TV ne guarda pochissima per ragioni di lavoro e non per snoberia, era sconvolta dal fatto che avessero dedicato una puntata intera a vladimir Luxuria e all'isola...Io non ero sconvolto, ma sui "rimbalzi" della TV ci ho riflettuto un momento!

01 ha detto...

Il solito marlonbrando che manda a ritirare l'oscar a un altro...

nanni ha detto...

E quanto farebbe bene l'isola allo snobissimo Grasso?

Castellano&Piepoli ha detto...

E non perdete il nuovo sondaggio in fondo alla pagina