lunedì 2 marzo 2009

Via del Campo, Amburgo, Germania


Per un pomeriggio il quartiere a luci rosse di St. Pauli ad Amburgo ha cambiato volto. Incredibilmente tante le persone in abito scuro. St. Pauli si è fermato per dare l’ultimo saluto a Domenica Niehoff, la più famosa prostituta tedesca, morta a metà febbraio a 63 anni in seguito a una malattia polmonare. Un’autentica icona di quello che è il più noto quartiere a luci rosse in Germania.

«È stato probabilmente il più grande corteo funebre che si sia mai visto a St. Pauli», si è spinto a dire il pastore Martin Paulekun. A ragione: dietro un’orchestrina di fiati che intonava di tanto in tanto «La Paloma» si sono radunate circa 500 persone. Vecchie amiche di Domenica, ex clienti, qualche celebrità come il campione di pugilato René Weller e persino una deputata nazionale dei Verdi. Tutti pronti a ricordare quanto quella figlia di un immigrato italiano diventata suo malgrado prostituta fosse sempre pronta a dividere con gli altri quel poco che aveva.Gli amici che hanno organizzato il funerale non hanno voluto che fosse troppo serio. Ed ecco che, lungo la Herbertstraße, davanti il bordello gestito un tempo da Domenica, la folla si ferma per un minuto di silenzio. Subito dopo l’orchestrina attacca «I can’t get no satisfaction».
da La Stampa.
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/esteri/200903articoli/41508girata.asp

Nessun commento: